Cento Anni
MASSIMO GADDA: 8 ANNI DI SUCCESSI INDIMENTICABILI
Massimo Gadda e l'Ancona, otto stagioni indimenticabili, 8 come il numero che aveva in campo,che l'Ancona avrebbe benissimo potuto ritirare se ci fossero già state le maglie personalizzate. "GaddaoMeravigliõ" il suo nome di battaglia, e in effetti il gioco che sapeva dare alla squadra non è stato più uguagliato da chi lo ha sostituito nel ruolo di regista. Di scuola milanista, ha giocato con Milan, Reggiana, Livorno prima, poi lasciata l'Ancona due stagioni a Ravenna e ora al Cesena. Pochi gol, ma uno importatissimo, quello al Livorno dell'1-0 (3-0 il finale) su punizione, che il 5 giugno 1988 riportava l'Ancona in serie B dopo 37 anni. Massimo Gadda anche la bandiera dell’Ancona con le sue 249 presenze in maglia biancorossa ha messo tutti alle sue spalle, dopo di lui con 230 presenze un altro glorioso capitano biancorosso Natalino Miserocchi.
Gadda ha scritto le pagine più belle della storia del calcio dorico partendo dalla serie C arrivando alla serie A e conquistando una finale di Coppa Italia.
Oggi Massimo è insieme a Castori l’allenatore del Cesena in serie B.
Abbiamo scelto di intervistare lui come uomo simbolo di questi 100 anni di storia.
“Vi ringrazio tanto per avermi scelto. –ci risponde commosso l’ex capitano- Ancona per me è stata una tappa fondamentale nella mia vita. Otto anni vissuti intensamente e ricchi di gioie e di ricordi”

Massimo tu sei il giocatore con più presenze in maglia biancorossa, una bandiera. Come mai non esistono più questo tipo di giocatori?

“E’ colpa del calcio che cambia e non certo solo dei giocatori. Una volta i giocatori si “sposavano” con le squadre oggi molti giocatori cambiano squadra più volte anche nell’arco di una stagione”

Tu di gol ne ha segnati davvero pochi, ma quale di questi ricordi con piacere?

“Indubbiamente sono due. Il primo quello della promozione in serie B contro il Livorno anche se forse c’è stata la deviazione di un giocatore avversario. L’altro il gol realizzato su calcio di punizione all’Ascoli nel 1991”

Sei rammaricato per come si è interrotto il tuo rapporto?

“All’inizio un pochino si. Sai ad un certo punto avevo anche pensato di terminare la carriera ad Ancona e restare li con la mia famiglia, così come hanno fatto tanti miei ex compagni. Poi con il tempo ho capito che è stato giusto così, perché era finito un ciclo, un ciclo durato otto anni e pieno di soddisfazioni. Quando un ciclo finisce è così e basta anche se duro da accettare. Comunque io porto Ancona nel cuore e torno sempre volentieri”

A proposito. Torneresti ad Ancona?

“Che domanda! Difficile da rispondere a pelle di ti dico di corsa. Però ora voi avete una Società che ha dei progetti seri ed ambiziosi e si è affidata ad un buon tecnico come Frosio. Ma in futuro all’Ancona verrei a piedi…”

Che ne pensi del tuo ex compagno di squadra Felice Centofanti che oggi è diventato DS?

“Felice lo conoscete tutti, anche da giocatore era “strano”, ma ha sempre avuto un grande rapporto e un grande affetto vesto la città e i tifosi. E’ un uomo carismatico ed intelligente e non mi sorprende che si sia messo a fare questo lavoro e sono certo che lo farà anche bene. Il calcio lo conosceva bene ed ha i giusti agganci, quindi se farà bene anche dietro una scrivania la cosa non mi sorprende, ma sarei contento per lui è un ragazzo che se lo merita”

Stai seguendo le sorti dell’Ancona oggi?

“Certamente è uno dei primi risultati che guardo. Ho sofferto con voi dopo le vicende note estive. Ora ci sono tutte le possibilità e i mezzi per ritentare la scalata…”

Dei tuoi ex compagni con chi sei rimasto ancora oggi in contatto?

“Con molti di loro spesso sento Fontana, Lorenzini, Nista, Ermini anche se quello con il quale sono rimasto in stretto contatto è Andrei Bruniera anche perché poi facciamo lo stesso lavoro”

Massimo vorresti mandare un messaggio ai tuoi ex tifosi?

“Certamente. Il mio invito è quello di tenere duro, di non mollare e di non abbandonare mai la squadra anche se capisco bene il loro stato d’animo. Passare dalla serie A alla C2 non è facile”.

/images/stagione2008/varie/norme.jpg
Ricerca
Google
Ancona Meteo
/images/loghi150c/osservatorio.jpg

Sponsor Tecnico

logoLegea.jpg

Co-Sponsor

twice.jpgautomotive.jpguniversity.jpg

Partner Assicurativo

italiana.jpg

Sponsor Platinum

carpoint.jpgdiba.jpgprometeo.jpg

Sponsor Gold

auto82.jpgeurobet2.jpgbetclic.jpg

Fornitori e Media Sponsor

tecnoprint.jpgetv.jpgrcenter.jpgrdc.jpgtecnogroup.jpgmf.jpgpaolorossi.jpgloriblu1.jpgvirtualcalcio.jpggiovanean.jpg